Bandi e crediti d’imposta

BANDI E AGEVOLAZIONI ATTIVE

BANDO CONNESSI

L’obiettivo del bando è di sostenere le Micro, Piccole e Medie Imprese nella definizione di strategie di espansione e consolidamento della propria competitività anche sui mercati esteri attraverso lo sviluppo di canali di promozione e commercializzazione digitale, attraverso strumenti ed azioni online volti a favorire la visibilità digitale. 

Possono beneficiarne tutte le piccole e medie imprese appartenenti a qualsiasi settore economico. 

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese considerate ammissibili al netto di IVA, fino ad un massimo di 10.000,00 euro. 

I progetti previsti da questo bando devono prevedere lo sviluppo di attività di espansione del business realizzate con strumenti digitali, finalizzate al miglioramento della presenza online delle imprese, all’apertura dei propri servizi su nuovi mercati di esportazione, allo sviluppo/consolidamento
della presenza su canali di prenotazione, vendita e pagamento online.

In particolare, le spese ammissibili sono relative a:

  • canoni di inserimento e/o mantenimento marketplace;
  • canoni di inserimento e/o mantenimento su piattaforme di prenotazione turistica;
  • adesione a forme di pagamento abilitanti all’utilizzo di soluzioni di social commerce;
  • acquisizione ed utilizzo di forme di smart payment e canoni di pagamento delle relative
    piattaforme online;
  • campagne di promozione sui principali motori di ricerca e/o marketplace, attività di digital e
    social media marketing, couponing, inbound marketing;
  • azioni di digital marketing su portali di promozione turistica;
  • interventi volti a migliorare il posizionamento organico nei motori di ricerca.

CREDITO D'IMPOSTA PER RICERCA E SVILUPPO

A partire dal 2020 è stato introdotto un nuovo credito d’imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo, in attività di innovazione tecnologica e in attività di design e innovazione estetica effettuati dalle aziende nel corso dell’anno 2020.

Possono beneficiarne, tra le altre, le attività innovative digitali 4.0, ossia attività di innovazione tecnologica volte a realizzare prodotti o processi di produzione nuovi o migliorati per raggiungere un obiettivo di innovazione digitale 4.0.

Il beneficio ottenibile attraverso questa agevolazione attiva è del 10% delle spese ammissibili, nel limite massimo di 1,5 milioni di euro. 

Il beneficio può essere utilizzato in compensazione con modello F24, in tre quote annuali di pari importo.

CREDITO D'IMPOSTA PER BENI STRUMENTALI

La legge di Bilancio 2020 ha rivisto la disciplina dell’iper-ammortamento, andandola a sostituire con il credito d’imposta per beni strumentali, con particolare riguardo ad aliquote potenziate e ulteriormente diversificate, nonché a tempistiche accelerate e anticipate di fruizione del credito.

Possono accedere all’agevolazione attiva tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni  di soggetti non residenti. 

Danno diritto al credito d’imposta gli investimenti in beni materiali e immateriali nuovi strumentali all’esercizio d’impresa. Per beni immateriali si intendono software, sistemi e/o systemintegration, piattaforme e applicazioni.

Con l’approvazione della legge di bilancio 2021, la normativa prevede un’aliquota fino al 20% per beni immateriali 4.0 effettuati dal 16/11/2020 al
31/12/2020, non oggetto di precedente prenotazione.

CREDITO D'IMPOSTA PER FORMAZIONE

La legge di bilancio 2020 ha prorogato il credito d’imposta per le spese di formazione dei dipendenti che sono finalizzate all’acquisizione o al consolidamento di competenze nelle tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale.

Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese residenti in Italia, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente
dall’attività economica esercitata, dalla natura giuridica, dalle dimensioni e dal regime contabile e dalle modalità di determinazione del reddito ai fini fiscali.

In particolare, sono ammesse al credito d’imposta le attività di formazione concernenti le seguenti tecnologie:

  • big data e analisi dei dati, per es. analisi di base dati per ottimizzare prodotti e processi produttivi;
  • cloud e fog computing, per es. gestione di elevate quantità di dati su sistemi aperti;
  • cyber security, per es. sicurezza durante le operazioni in rete e su sistemi aperti;
  • simulazione e sistemi cyber-fisici;
  • prototipazione rapida;
  • interfaccia uomo macchina;
  • integrazione digitale dei processi aziendali, per es. digitalizzazione dei processi, modalità innovative di analisi dei dati, nuovi modelli di business.

Se non hai trovato quello che cercavi contattaci: troviamo il bando o l’agevolazione attiva adatta alla tua attività.

Compila il seguente form per richiedere informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento, se vuoi saperne di più consulta la Cookie policy. Se invece vuoi negare il consenso a tutti i cookie non necessari, clicca su “Mantieni disabilitati”.

Ciò accade perché la funzionalità/il contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.