Sicurezza informatica: quanto investire e come farlo

Torna a Blog
Sicurezza Informatica

Sicurezza informatica: quanto investire e come farlo

Quanto investire in sicurezza informatica?

La vera domanda da farsi non è quanto investire in sicurezza informatica, ma quanto costerebbe all’azienda NON farlo.

Secondo una ricerca di Kaspersky, le spese necessarie per il ripristino in seguito ad un attacco informatico sarebbero all’incirca 3 volte superiori ai costi che si dovrebbero sostenere assumendo personale qualificato o utilizzando gli strumenti adeguati.

I costi relativi a un attacco informatico dipendono da diversi fattori:

  • Il tempo necessario per l’individuazione della violazione
  • Il tempo necessario per risolvere l’attacco
  • Le ore lavorative inattive
  • I dati persi

Insomma, un attacco informatico è costoso, frustrante e spesso non risolvibile.

Investire in sicurezza informatica aziendale

Gli attacchi informatici colpiscono sempre più aziende e possono avere un forte impatto su tutti i soggetti che sono in relazione con l’attività: dipendenti, fornitori, clienti e partner.

Generalmente le aziende, ma in modo particolare le PMI, non investono nel reparto della cyber security. I motivi possono essere svariati: mancanza di budget, speranza di non essere mai colpiti da attacchi, sottovalutazione del problema. Tutte le aziende sperano di non dover mai avere a che fare con attacchi informatici.

Purtroppo, nel momento sfortunato in cui ciò accade i costi da sostenere per la risoluzione del problema sono ben più dispendiosi di quelli che si sosterrebbero nella sicurezza IT.

La sicurezza informatica aziendale si avvale di diversi strumenti utili a:

  • prevenire attacchi esterni
  • effettuare periodicamente backup, così da avere copie sicure dei dati

Ma quanto investire nella cyber security?

Questa domanda è molto importante. Spesso risulta difficile effettuare delle stime reali di budget da impiegare e investire nella sicurezza informatica. Diversi fattori possono influenzare questo dato, tra cui la dimensione dell’azienda, la tipologia di attività svolta, la quantità di dati sensibili manipolati.

Ogni azienda, grande o piccola che sia, necessita di un sistema di sicurezza informatica che la protegga da eventuali attacchi esterni. Esistono, però, diverse soluzioni che si possono adottare per ottimizzare e proteggere il proprio business.

Backup locali o in cloud per salvare i propri dati

Backup cloud come funziona

Come ti abbiamo spiegato in questo articolo, il backup è un processo fondamentale per la sicurezza dei dati che prevede il salvataggio di file duplicati presenti sui propri dispositivi e in particolare su server aziendali.

Esistono due tipologie di backup: locale o in cloud. I primi vengono effettuati su un hard disk esterno o su sistemi NAS. I file vengono duplicati e quindi conservati su un dispositivo presente fisicamente in azienda.

I secondi prevedono che la copia dei file originali venga inviata a un server remoto attraverso un canale crittografato, il quale provvede alla conservazione dei backup. La copia dei dati viene conservata su uno spazio virtuale e delocalizzato

Hai mai sentito parlare di Disaster Recovery? Con questo termine si intende l’insieme degli approcci utilizzati da un’azienda per recuperare le funzionalità della propria infrastruttura IT in seguito a eventi che hanno danneggiato il sistema – che possono essere stati causati dall’uomo oppure da cause esterne.

I tuoi dati aziendali potrebbero danneggiarsi in diversi modi, ad esempio:

  • Un incendio che si propaga all’interno della tua azienda
  • un attacco hacker
  • eliminazione accidentale di file
  • danneggiamento fisico dei dispositivi aziendali

I pericoli di perdere i propri dati sono molteplici e vari. Per evitare un vero e proprio “disastro” all’interno della propria azienda è necessario applicare delle misure di sicurezza, come il backup, che consentono di avere sempre a disposizione una copia dei propri dati.

Firewall

Firewall protezione

Si tratta di

“un dispositivo per la sicurezza della rete che permette di monitorare il traffico in entrata e in uscita utilizzando una serie predefinita di regole di sicurezza per consentire o bloccare gli eventi”

Un firewall è uno strumento, hardware o software, che funge da schermo protettivo. Si tratta di un vero e proprio muro – da qui il nome – che garantisce protezione alla rete informatica.

Questi assolvono diverse funzioni, in particolare:

  • Filtrano il traffico in uscita verso internet, creando vere e proprie “regole” per la navigazione e bloccando l’accesso ai contenuti indesiderati e/o pericolosi
  • controllano gli utenti distratti
  • possono controllare sia traffico proveniente dalla rete esterna sia il flusso di dati generati all’interno, consentendo il passaggio solamente a ciò che viene esplicitamente autorizzato. 
Sicurezza Informatica

Scopri tutte le nostre soluzioni per proteggere la tua azienda

Conclusioni

La sicurezza informatica è un aspetto fondante e basilare di ogni realtà aziendale, che non deve essere trascurata.

Esistono diversi strumenti che possono proteggere e ottimizzare l’infrastruttura della tua azienda per evitare danneggiamenti.

La prevenzione è la miglior cura! Investire un buon budget in cyber security sembra, inizialmente, un investimento inutile. Nel momento in cui vengono persi o danneggiati dati importanti e sensibili e non vi è modo di recuperarli si rimpiange ampiamente questa scelta.

Investire un buon budget in sicurezza IT non è mai un errore, anzi sarebbe grave non farlo.

Stai cercando soluzioni IT per la tua azienda? Contattaci

Condividi questo post

Torna a Blog

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento, se vuoi saperne di più consulta la Cookie policy. Se invece vuoi negare il consenso a tutti i cookie non necessari, clicca su “Mantieni disabilitati”.

Ciò accade perché la funzionalità/il contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.